Centro di Cultura Ebraica di Roma

Locandina Ghetto

 

Speciale promozione per chi prenota a nome del Centro di Cultura Ebraica: biglietti a € 17,00, anzichè € 23,00!

Info e prenotazioni: nunzia.nigro@operaroma.it oppure rita.testa@operaroma.it

GHETTO

Musica

Klezmer e G. Bregovic

 

Coreografia, regia, scene e costumi

Mario Piazza

       Martedì 25 febbraio, ore 20.00, Mercoledì 26 febbraio, ore 11.00 (scuole), Giovedì 27 febbraio, ore 11.00 (scuole),

                                                                                Venerdì 28 febbraio, ore 20.00, Sabato 1° marzo, ore 18.00, Domenica 2 marzo, ore 16.30

Il lavoro è il risultato di un percorso fatto dal Coreografo nell’affrontare argomenti come la Ghettizzazione, l’identità culturale, l’emarginazione.

Rinasce il ricordo di ciò che è accaduto in un’azione che inizia il giorno del matrimonio di David e Sarah, vivono a ritroso le memorie di quel giorno felice, circondati dall’affetto dei propri cari e dalla solidarietà della gente della comunità.

Una storia d’amore nata  nel Ghetto che attraversa momenti di grande gioia e dolore.

La storia di una comunità  solidale abituata a convivere con rispetto e tolleranza insieme alle altre comunità religiose. Si passa attraverso le persecuzioni razziali, il martirio, la solidarietà e le feste con gli amici con estrema leggerezza, aleggia il sentimento della danza e delle citazioni letterarie.

Siamo andati alla ricerca del senso più profondo del tema dell’ esilio espresso dalle genti dei ghetti, e quindi della più profonda e disperata emarginazione evocata attraverso i canti zingari, che accomunano questo ebraico sentire dell’eterno errare degli uomini tra muri inespugnabili ed infinitamente invisibili.

Lo spettacolo vuole dare una lettura del ghetto interpretata dai danzatori, come espressione dell’energia fisica e mentale. Il tessuto musicale del progetto è basato sulla musica Klezmer.

In contrasto con l’idea originale del  ghetto come luogo chiuso e circoscritto, la musica klezmer è patrimonio di musicisti che per scelta e costruzione sono in continuo movimento quasi a simboleggiare il sogno di libertà che accomuna le genti. La musica Klezmer nasce all’interno delle comunità chassidiche e il frutto del lavoro coreutico ad essa legato nasce dall’inevitabile bisogno di esprimere una identità soffocata in un grido liberatorio che esorcizza il male e ci porta alla positiva volontà di esist

Share